ivan fantini

cuoco eterodosso e dimissionario, scrittore per urgenza.
Nel 2014 viene pubblicato il suo primo romanzo "anonimo fra gli anonimi" Edizioni Barricate collana La cultura dietro le righe.
A dicembre 2015 viene pubblicato, sempre per Edizioni Barricate collana La cultura dietro le righe, il suo secondo romanzo "educarsi all'abbandono _ frammenti mutili".




ALMANACCO 2017. MAPPE DEL TEMPO. MEMORIA, ARCHIVI E FUTURO a cura di ERMANNO CAVAZZONI (Quodlibet)
Scritti di: Learco Pignagnoli, Gianni Celati, Daniele Zinni, Patrizia Barchi, Paolo Albani, Marino Santinelli, Aldo Testa, Paolo Vistoli, Luca Mirabile, Gianfranco Mammi, Stefano Tonietto, Adrián N. Bravi, Matteo Cavezzali, Ivan Fantini, Giovanni Maccari, Ugo Cornia, Daniela Mazzoli, Simone Marcelli, Paolo Pergola, Mauro Orletti, Fabio Donatini, Alessandro Della Santunione, Cristiano Micucci. Almanacco annuale delle voci più interessanti e a sorpresa che circolano oggi. Voci scritte del 2017, sul tema del tempo che passa, ovunque, senza sconti, senza pietà, e a cui si cerca di rimediare con la memoria o altre furberie, anche semplicemente con la scrittura, che è una speranza di sopravvivere nel tempo prossimo e forse futuro. Fatto in collaborazione con Fotografia Europea, rinomata esposizione fotografica annuale a Reggio Emilia (maggio 2017), che ogni anno si dà un tema diverso. "Nelle infinite mappe del tempo, ci si vede domani – Sì, a domani".








Io faccio così #139 – Ivan Fantini: una vita di cambiamenti… verso la libertà






Un Caffè Filosofico con il cuoco poeta Ivan Fantini

Basta con il caffè normale, oggi vorrei bere un caffè diverso e se è filosofico anche meglio. E si può, perché il ‘Caffè Filosofico’ esiste davvero: non si beve, ma riempie ugualmente il corpo e l’anima.
‘Caffè Filosofico’ è il titolo del ciclo di incontri organizzati, ormai da qualche tempo, dal filosofo riminese Loris Falconi.  Qui ci si confronta e si scandaglia l’animo umano, magari ascoltando qualche ospite che ha provato a dare un senso diverso alle cose, tramite le sue esperienze e la sua vita.
Questa sera, alle ore 21.00, sarà presente, al Rose Caffè di Rimini, Ivan Fantini, romagnolo doc, scrittore, cuoco e poeta: un personaggio dalle mille sfaccettature che leggerà alcune stralci dei suoi due romanzi: ‘Anonimo fra gli anonimi’ ed ‘Educarsi all’abbandono’.
Falconi prova a descrivere la filosofia di Fantini, racchiusa nelle sue opere: «Le due opere di Ivan parlano dell’anonimato, della contingenza, dell’etica, della morale, dell’isolamento, della sconfitta e dell’abbandono, dell’autodeterminazione e dell’emancipazione. Oltre a essere un grande artista e un caro amico e sono felice che abbia accettato il mio invito».
Ma chi è Fantini? Lui così parla di se stesso: «Ivan è. Per quel che può, in un mondo che si è ribaltato e continua a ribaltarsi, fatica a sentirsi bene. Questa fatica però è bella e lo rende anche felice. Ivan può definirsi un cuoco eterodosso e dimissionario, scrittore per urgenza».
«La filosofia per me è testa e corpo, – continua lo scrittore – sangue e sudore al cospetto dell’immanenza, funzionale alla propria autodeterminazione, il più alto concetto di filosofia morale. Anonimo fra gli uomini è stato considerato un manifesto politico, mentre Educarsi all’abbandono, sovverte il concetto che caratterizza l’uso della parola abbandono, attraverso un protagonista che si mette a nudo, senza alcun pudore, non tacendo il dolore».
Lo scrittore, poi, accenna anche all’importanza delle proprie radici: «Il territorio ha radice nel terrore. Il paesaggio lo crea il passaggio, perché il mio passeggiare ha dato molto a me stesso, avendo gli occhi raccolto meraviglia e devastazione».
Non è semplice capire e capirsi al giorno d’oggi, per cui se volete conoscere e conoscervi meglio, questa è l’occasione giusta per farlo.
Nicola Luccarelli





ATTI PERFORMATIVI
"prove di abbandono" _ 2016
"esco", F.A.C.K. > forum di arte e cultura kontemporanea - Cesena _ 2013
"narrare l'agnizione", Festival Ipercorpo 2012
"io so dove sono", LUPO ricerche performative - Forlì _ 2012
"disordine da veglia" e "sassi vs trasmutazione eucaristica", Festival Ipercorpo 2011

INSTALLAZIONI DI INGREDIENTI
“l’urgente rigore dell’abituale rituale”, Festival Màntica - Socìetas Raffaello Sanzio _ 2010
“qra – letteratura trasposta in ingredienti fotografati” in collaborazione con la fotografa Valentina Bianchi, Festival Ipercorpo 2010
“qra – letteratura trasposta in ingredienti fotografati”, Festival “ Play with Food” di Torino _ 2010
“stazione de profundis” per “via crucis, orazione civile per non dimenticare” di Francesco Niccolini, Festival Teatrale della cittadinanza democratica, San Marino _ 2009
“Perchè siamo stanchi di novità – omaggio ai Massimo Volume”, Festival Ipercorpo 2008

INSTALLAZIONI GASTRONOMICHE
"stanza", Kosmostheater - Vienna _ 2011
“concetto di forma”, Torino world design capital - Circolo dei lettori _ 2008
“Dedicatorio”, Tutti i sensi dell’arte - Macro di Roma _ 2007
“Mise en place”, Biennale Teatro di Venezia diretta da Romeo Castellucci _ 2005
Mondrian Kilroy Fund in occasione del concerto di Labeque-Mullova _2002
“pensiero-occhio”, festival Crisalide di Forlì _ 2001
House-gallery di Pino Casagrande per l’inaugurazione di Giganti, mostra d’arte contemporanea ai Fori Imperiali di Roma _ 2001
Libreria Holden di Alessandro Baricco _ 2001
Progetto internazionale Balcalìa, Torino _ 2001
Festival internazionale Incanti di Torino _ 2000 e 2001
House gallery di Ludovico Pratesi, Roma _ 2000
“Convito unico e irripetibile”, decennale della morte di Tadeusz Kantor, foto di Romano Martinis, video di Andrzej Sapja e messa in scena dei gemelli Janicki, Torino _ 2000
Evento unico di Jan Fabre promosso dal Consolato Belga e Infinito LTD a Torino _ 2000

SPETTACOLI
Con Paola Bianchi, Electric Indigo e Pia Palme realizza "Abstrial", KosmosTheater, Vienna _ 2013
Con la coreografa Paola Bianchi realizza
“Morto un poeta se ne fa un altro” sulla figura del poeta cantautore Piero Ciampi, per il festival “Colloqui con Y” di Molinella _ 2003.
“adius utòpia” evento quotidiano per ventiquattro persone sul “macello umano” e “il quinto quarto suino”. Il lavoro viene rappresentato tra gli altri al festival “Eat it!” allo spazio Kampnagel di Amburgo _ 2002
“il poeta è una elegantissima anima che va a cena sulle stelle”, un evento sulla figura di Piero Ciampi, nell’ambito del festival Santarcangelo dei Teatri _ 2002
“diciassette per una nubile senza candele”, sulla figura di Grimod de la Reynière, festival Giostra di maggio, Fidenza _ 2001

MANIPOLAZIONI GASTRONOMICHE
Verosounds Recording Studio di Fabio Barovero, Torino _ 2009
Festival Santarcangelo dei teatri _ 1999, 2000, 2001, 2002, 2015
Circo Inferno Cabaret al Festival Santarcangelo dei teatri _ 2000
Scalcheria - teatrino d’eleganza e buon gusto, festival Crisalide di Forlì _ 2000
Andrate, Torino chiamato dalla cantautrice Lalli _ 2000
Festival Crisalide di Forlì _ 1999
Festival Prototipo - Interzona di Verona/Biennale di Venezia, premio Ubu _ 1999
Maffia Illecit Club di Reggio Emilia, chiamato dall’artista Andrea Chiesi _ 1998
Redz di Sant’Aquilina _ 1991

RELAZIONI
"Dell'abbandono. Passaggio nel paesaggio", Festival della Cittadinanza Democratica, San Marino _ 2012
"Nascita e sviluppo di un orto sociale", insOrto, Casa Pomposa, Rimini _ 2012
“Sul concetto di forma”, Torino world design capital - Circolo dei lettori _ 2008
“Cibestetica - tre conversazioni sulle estetiche del cibo”, L’arte di gustare, Milano _ 2002
“scalcheria: rituale d’eleganza e buon gusto”, Chiostri dell’Umanitaria a Milano _ 2001
“artigianato dell’artificio gastronomico”, Festival Crisalide di Forlì _ 2001.

GESTIONE SPAZI
boscost'orto _ dal 2011
Osteria con cucina Veglie in volo – San Clemente, Rimini _ dal 2003 al 2011
Stanza a domicilio – Morciano di Romagna, Rimini _ 1999 e 2000
Quadrare il Circolo - Stalla di Pegaso - Rimini _ dal 1994 al 1999